Annunci‎ > ‎

Cause delle malattie ed efficacia delle terapie – perché fidarsi degli scienziati

pubblicato 23 feb 2019, 02:17 da Giulio Frate
Venerdì 1 marzo, alle h 21.00, alla sala Acli di vicolo S. Marta, incontro a cura di Fabrizio Angaroni, post-doc researcher presso l'Università di Milano Bicocca, dipartimento di Informatica.

Proseguendo nel suo programma di divulgazione e approfondimento dei temi legati al ruolo sempre più importante della medicina nella nostra società, l’Isola che non c’è propone un incontro che intende chiarire che cosa sta dietro il lavoro del medico. Cioè tutto quel lavoro scientifico di ricerca incessante che rende possibile il continuo progresso delle terapie.
L’atteggiamento comune verso l’attività scientifica oscilla fra una mitizzazione acritica e uno scetticismo pregiudiziale. In questo incontro si intende mettere in evidenza il ruolo fondamentale che il dubbio ed il confronto-verifica fra i diversi orientamenti della ricerca hanno nel mondo scientifico. E chiarire che cosa significhi “fidarsi” degli scienziati e del loro lavoro.

In questo incontro analizzeremo alcuni tipi di terapia che si possono trovare anche su internet, e vedremo come si comportano rispetto all’esame di uno scettico. Spiegheremo come un corretto ragionamento sul rapporto tra causa ed effetto debba essere il punto di partenza per la costruzione di un'accettabile “verità scientifica”. Gli scienziati del resto sono i primi a dubitare delle teorie scientifiche, ad essere critici rispetto alle pratiche da queste derivanti, e a mettere in guardia il pubblico verso le false certezze diffuse dai media - e oggi alla portata di tutti come mai prima d’ora.

Fabrizio Angaroni Ph.D

Dopo la Laurea Magistrale in Fisica Matematica presso l'Universita' degli Studi dell'Insubria, ha ottenuto il Dottorato di Ricerca in Fisica Matematica occupandosi di metodi matematici per la Quantum Computation in un progetto di collaborazione fra INFN e Universita' degli Studi dell'Insubria.
E’ stato membro del progetto "Quantum" dell’INFN.
Attualmente e' post-doc researcher presso l'Universita' di Milano Bicocca, nel dipartimento di Informatica, nel gruppo  BIMIB.
Si occupa di algoritmi per l'ottimizzazione e la automatizzazione di terapie farmacologiche, di costruzioni di modelli matematici per la dinamica delle popolazioni, e di analisi dei dati di trials clinici, con applicazioni nelle terapie della Leucemia Mieloide Cronica.


Ċ
Giulio Frate,
23 feb 2019, 02:17
Comments