Annunci‎ > ‎

Marx, il Sessantotto e l’eclissi della Sinistra

pubblicato 9 nov 2018, 06:29 da Giulio Frate   [ aggiornato in data 16 nov 2018, 00:40 ]
Sabato 24 novembre alle ore 16 presso il salone della Casa del Partigiano in via Maestri del Lavoro 2 
conferenza del prof. Sandro Chignola, docente ordinario di filosofia politica all’Università di Padova.

Quest’anno ricorrono i 200 anni dalla nascita di Karl Marx e il cinquantenario del 1968. Due date che sono strettamente legate alle vicende storiche di quella che chiamiamo “sinistra”, la quale ha avuto un ruolo importante nei due secoli che ci hanno preceduto. Abbiamo voluto, nell’occasione, evitare le celebrazioni (che sarebbero peraltro un po’ fuori luogo in una fase di evidente crisi delle sinistre in tutto l’occidente) per concentrarci appunto su una necessaria riflessione sulla situazione attuale della sinistra, sulle cause della sua “eclissi” e sulle prospettive di una sua ripresa di iniziativa politica, in un quadro internazionale segnato dall’affermazione crescente di un nuovo tipo di destra, variamente denominata (populista, sovranista, xenofoba).

Abbiamo a ragion veduta parlato di “eclissi”, e non di “fine”; perché le condizioni che storicamente hanno dato origine alle forze di sinistra non sono venute meno nel contesto della globalizzazione; anzi, semmai si sono estese ed aggravate. La sfida è piuttosto, oggi, quella di ridefinire una credibile strategia politica in un quadro che è profondamente cambiato.

Per parlare di questi problemi – che non interessano a nostro parere solo il destino di una parte politica, ma il destino stesso della democrazia così come l’abbiamo conosciuta – abbiamo invitato il prof. Sandro Chignola, ordinario di filosofia politica all’università di Padova e studioso delle trasformazioni che la politica ha subito negli ultimi decenni.

In allegato una scheda sul prof. Chignola e la locandina 


Ċ
Giulio Frate,
9 nov 2018, 06:30
Ċ
Giulio Frate,
9 nov 2018, 06:30
Comments