Pagina principale‎ > ‎Archivio‎ > ‎Cinema‎ > ‎

2017

Per il cineforum 2017-18 L’isola che non c’è propone di accostare - come fatto più volte negli anni scorsi – due registi. Questa volta si tratta di due autori che non potrebbero sembrare più distanti e invece sono legati da affinità strutturali e stilistiche profonde. Si tratta di Max Ophuls  (1902-1957) e Stanley Kubrick (1928-1999).

Fu proprio quest’ultimo a dichiarare la sua grande stima per il primo e l’influenza che ebbe sul suo modo di fare cinema. Anzi, si spinse addirittura ad affermare che Ophuls era stato il suo regista preferito, il suo maggior ispiratore. Quello che maggiormente accomuna Ophuls e Kubrick è proprio la straordinaria padronanza e la genialità con cui utilizzano la macchina da presa; ma non si tratta in loro di un virtuosismo fine a se stesso, dell’esibizione di una abilità tecnica fuori del comune, bensì di un linguaggio estremamente duttile, funzionale ad esprimere nel modo più efficace il mondo spirituale e le idee del regista. In entrambi, inoltre, rigore formale ed immaginazione, geometrie e fantasia creativa vanno di pari passo, fondendosi mirabilmente.
Ma anche altri elementi di affinità possiamo trovare in questi due geni del cinema: sono affinità profonde di tipo culturale, legate forse alla loro comune origine ebraica; affinità di sguardo, nel modo di guardare al mondo ed agli uomini: apparentemente freddo e cinico, in realtà profondamente partecipe del dramma umano. Come afferma il critico Walter Marcello Bruno: “l'ebreo errante Kubrick, a suo modo erede di una tradizione mitteleuropea che comprende Freud e Ophüls, ha guardato l'umanità dall'alto: con distacco intellettuale, certo (il filosofo Deleuze ha coniato per lui l'espressione «cinema del cervello»); ma anche con un senso profondo di pietà disperata e laica”. 
    
Questo ciclo di proiezioni è dedicato principalmente all’opera di Stanley Kubrick; di Ophuls abbiamo scelto quattro film tra i più rappresentativi del suo genio, in modo da dare almeno un’idea della grandezza di questo maestro. 

Per la partecipazione al cineforum è richiesta l’iscrizione all’associazione, che potrà essere sottoscritta direttamente prima delle proiezioni.
Ċ
Giulio Frate,
18 set 2017, 02:29
Ċ
Giulio Frate,
9 nov 2017, 00:09
Ċ
Giulio Frate,
18 set 2017, 02:29
Ċ
2-Ophuls.pdf
(1384k)
Giulio Frate,
18 set 2017, 02:29
Ċ
Giulio Frate,
18 nov 2017, 06:33
Ċ
Giulio Frate,
18 nov 2017, 06:35
Ċ
Giulio Frate,
18 set 2017, 02:32
Ċ
Giulio Frate,
25 nov 2017, 01:26
Ċ
Giulio Frate,
1 apr 2017, 06:58
Ċ
Giulio Frate,
13 mag 2017, 06:06
Ċ
Giulio Frate,
1 apr 2017, 07:58
Comments